News

ART-THINKING per le imprese

Stimolare il pensiero creativo
attraverso l’arte contemporanea
Deadline iscrizioni 25/6

L’Università Ca’ Foscari Venezia in collaborazione con Casa Robegan propongono un percorso di formazione manageriale innovativa. Un ristretto gruppo di imprenditori e manager avranno la possibilità di interagire concretamente con il mondo dell’arte contemporanea in dialogo con curatori e artisti. I processi creativi tipici dell’ideazione e della realizzazione artistica saranno esposti ed elaborati alla ricerca dei punti di contatto con il lavoro in azienda. Si stimolerà così l’art-thinking, la capacità di percepire, configurare e affrontare problemi che sta all’origine del pensiero creativo.

Il percorso è gratuito e si svolgerà tra fine agosto e settembre in relazione alla disponibilità dei partecipanti.
Le manifestazioni di interesse dovranno essere inviate entro il 25.6.2021 a fondazione.cafoscari@unive.it

Maggiori info
Volantino

17. Biennale Architettura

How will we live together?
Visita guidata a cura di Giovanni Carli

Riapre la Biennale e tornano anche le nostre partecipatissime visite guidate!
La 17. Mostra Internazionale di Architettura si terrà dal 22 maggio al 21 novembre 2021, curata dall’architetto, docente e ricercatore Hashim Sarkis.

Il tema di questa Biennale Architettura risiede nel titolo che è allo stesso tempo una domanda aperta:
How will we live together?

In un contesto di divisioni politiche acutizzate e disuguaglianze economiche crescenti, viene chiesto agli architetti di immaginare spazi in cui possiamo vivere generosamente insieme. Insieme come esseri umani che, nonostante l’individualità sempre maggiore, desiderano ardentemente connettersi tra loro attraverso lo spazio digitale e reale; come nuovi nuclei familiari alla ricerca di spazi abitativi più diversificati e dignitosi; come comunità emergenti che reclamano equità, inclusione e identità spaziale; insieme oltre i confini politici per immaginare nuove geografie di associazione; insieme come pianeta che sta affrontando crisi che esigono un’azione globale affinché tutti noi possiamo continuare a vivere.

Come di consueto, ci accompagnerà nel percorso Giovanni Carli, attraverso le sedi dei Giardini e dell’Arsenale, selezionando per noi le opere più significative per vivere una giornata immersi nelle architetture del futuro.

Il costo della visita è di 30 € (biglietto valido per entrambe le sedi) più 20 € di quota associativa.
Il totale è da versare anticipatamente alla vista, contestualmente al momento della prenotazione.

La visita durerà indicativamente dalle ore 10.30 alle ore 17.00. Informazioni più dettagliate verranno fornite ai partecipanti a ridosso della data.

Per info e prenotazioni: 339 6443542 / segreteria@trevisoricercaarte.org

Conferenza Stampa Casa Robegan

Conferenza stampa
Casa Robegan
12 maggio 2021

Casa Robegan, a lungo sede del museo delle arti applicate, apre in settembre con il nuovo progetto che coinvolge la Città di Treviso, l’Associazione TRA–Treviso Ricerca Arte e il Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

I cambiamenti che coinvolgono la struttura sono numerosi. Tra le novità, al piano terra sono previsti, in esclusiva in uno dei Musei Civici della città, un concept store e un caffè bistrot. Il cortile privato, un’area verde di oltre  600 metri quadrati, viene condiviso con il pubblico, in parte con l’area ristoro, in parte con la programmazione di eventi studiati appositamente. È anche possibile accedere al secondo piano mansardato per la prima volta, ripensato per attività destinate ai tesserati e ai supporter del progetto, con una reading room, un’area coworking, una sala riunioni. Gli spazi al primo piano ospitano una sala multimediale destinata a proiezioni e talk con un centinaio di sedute, oltre agli spazi espositivi.

Cartella stampa

IMMAGINARIA *4 – Un altro mondo (per l’arte) è possibile

Bene arrivate/i al quarto numero di IMMAGINARIA – Un altro mondo (per l’arte) è possibile. Un progetto bimestrale curato da Valerio Veneruso per TRA.

Ma è proprio vero che l’opera d’arte debba essere per forza fine a sé stessa? Utilità e opera possono andare d’accordo? Quali sono i mondi che oggi l’arte può offrire? In questo quarto numero di IMMAGINARIA si parlerà di NFT, criptovalute e di riflessioni alternative sul valore del denaro oggi.

Ogni numero di IMMAGINARIA si compone di:

  • Un editoriale che introduce una tematica specifica;
  • Un’intervista ad un ospite speciale che approfondisce il tema dell’editoriale;
  • Carrellate di immagini, link e (dulcis in fundo) qualche suggerimento di libri e opere audiovisive da consultare per approfondire il discorso.

 

Scarica qui il numero integrale!

5X1000 MOTIVI PER SOSTENERE TRA!

TRA, in quanto Associazione di Promozione Sociale, può ricevere sia il 5×1000 che il 2×1000.

Perché sostenerci?
Da oltre 10 anni TRA propone attività culturali nel territorio, conta più di 400 soci annui e sono quasi 10.000 coloro che seguono l’Associazione sui social. Dal lontano 2009 TRA ha realizzato 49 mostre, 29 corsi per adulti e bambini, 40 visite guidate e 206 rassegne… e ora c’è un nuovo progetto che ha bisogno del tuo sostegno!

Il codice fiscale di TRA Treviso Ricerca Arte è: 04154590261.

Un grazie a te che sceglierai di sostenerci!

Casa Robegan

Casa Robegan
Primavera 2021
Polo di produzione di
cultura contemporanea

Casa Robegan è un progetto innovativo, che promuove attività pensate e costruite in relazione ai bisogni, alle competenze e alle esperienze del territorio.
In questo luogo dinamico, l’arte contemporanea diventa il veicolo per interpretare e innovare i processi economici e sociali e predisporsi al cambiamento.

Per saperne di più sul progetto, visita il sito dedicato o scarica la brochure!

www.casarobegan.org
info@casarobegan.org
+39 339 6443542

IMMAGINARIA *3 – Un altro mondo (per l’arte) è possibile

Bene arrivate/i al terzo numero di IMMAGINARIA – Un altro mondo (per l’arte) è possibile. Un progetto, a cadenza mensile, curato da Valerio Veneruso per TRA.

Ma è proprio vero che l’opera d’arte debba essere per forza fine a sé stessa? Utilità e opera possono andare d’accordo? Quali sono i mondi che oggi l’arte può offrire? In questo terzo numero di IMMAGINARIA verranno affrontate tematiche come l’accelerazionismo e la singolarità tecnologica.

Ogni numero di IMMAGINARIA si compone di:

  • Un editoriale che introduce una tematica specifica;
  • Un’intervista ad un ospite speciale che approfondisce il tema dell’editoriale;
  • Carrellate di immagini, link e (dulcis in fundo) qualche suggerimento di libri e opere audiovisive da consultare per approfondire il discorso.

 

Scarica qui il numero integrale!

IMMAGINARIA *2 – Un altro mondo (per l’arte) è possibile

Bene arrivate/i al secondo numero di IMMAGINARIA – Un altro mondo (per l’arte) è possibile. Un progetto, a cadenza mensile, curato da Valerio Veneruso per TRA.

Ma è proprio vero che l’opera d’arte debba essere per forza fine a sé stessa? Utilità e opera possono andare d’accordo? Quali sono i mondi che oggi l’arte può offrire? In questo secondo numero di IMMAGINARIA verranno affrontate tematiche come l’antispecismo e la sostenibilità ambientale nell’ottica di ripensare il modello antropocentrico che, per forza di cose, avvolge anche l’arte contemporanea.

Ogni numero di IMMAGINARIA si compone di:

Un editoriale che introduce una tematica specifica;
Un’intervista ad un ospite speciale che approfondisce il tema dell’editoriale;
Carrellate di immagini, link e (dulcis in fundo) qualche suggerimento di libri e opere audiovisive da consultare per approfondire il discorso.

Scarica qui il numero integrale!

Prosecco Wiel 858 + TRA – Edizione Limitata

Bottiglia singola – € 90
Guiotto o Attruia

Doppia bottiglia – € 150
Guiotto + Attruia

Dona a TRA e ricevi la tua bottiglia tramite:

  • PayPal – LINK
  • Bonifico bancario a TRA Treviso Ricerca Arte – Crédit Agricole, Friuladria IT31J0533612000000030383734
  • In contanti, bancomat o carta di credito presso il nostro ufficio in via Canova 44 a Treviso (previo appuntamento).

 

IMPORTANTE: indicare esplicitamente artista, quantità di bottiglie, nome e indirizzo di spedizione nello spazio dedicato alla causale nella modalità pagamento PayPal o bonifico bancario.

Vuoi fare un regalo?
Scrivici il messaggio che vuoi inviare e ci occuperemo noi del biglietto!

Per ulteriori informazioni segreteria@trevisoricercaarte.org / 339 6443542

 

Una collezione inedita: 100 bottiglie di Prosecco DOC Brut che l’Azienda Agricola Nob. Wiel ha deciso di realizzare per sostenere TRA – Treviso Ricerca Arte, associazione culturale che si occupa di arte contemporanea.

Gli artisti Antonio Guiotto e Matteo Attruia hanno messo a disposizione la loro creatività per rendere ognuno di questi pezzi unico: un’edizione “0” per la produzione 2020, un progetto pilota che crescerà ad ogni vendemmia per sostenere l’arte e la cultura e creare una vera e propria collezione a cadenza annuale.

Ogni artista ha customizzato 100 esemplari in edizione limitata, firmati e numerati, perché identifichino il desiderio di ciascun sostenitore di promuovere la cultura attraverso una donazione.

Antonio Guiotto
(Padova 1978), per realizzare la sua etichetta, si è basato sul concetto di “somma di errori”.
Osservando tutte le bozze scartate delle etichette per le bottiglie del Prosecco DOC Brut Wiel 858, l’artista ha deciso di creare una sorta di archivio di errori: ha sovrapposto tutto ciò che era stato eliminato per creare una grafica capace di valorizzare il lungo processo creativo che sta dietro l’idea. Al di là di ogni progetto, infatti, esiste un lavoro invisibile che non viene mai mostrato, ma che è però il percorso fondamentale attraverso cui si manifesta la creatività.

Matteo Attruia
(Pordenone 1973), ha intrapreso una strada provocatoria celata da quell’ironia che lo contraddistingue ma, come ogni commediante, lo ha fatto seriamente.
L’etichetta prende spunto dalla grafica di una schedina del Superenalotto, come a voler sottolineare che collezionare arte è comunque un azzardo. L’artista mette il collezionista di fronte a un dilemma: tenere la bottiglia intatta, con la speranza che un domani possa aumentare il suo valore, oppure godersi la vita e brindare, assaporando ogni momento? Perché come diceva Lorenzo il Magnifico: “Di doman non v’è certezza”.

IMMAGINARIA – Un altro mondo (per l’arte) è possibile

Bene arrivate/i al primo numero di IMMAGINARIA – Un altro mondo (per l’arte) è possibile. Un progetto, a cadenza mensile, curato da Valerio Veneruso per TRA.

Ma è proprio vero che l’opera d’arte debba essere per forza fine a sé stessa? Utilità e opera possono andare d’accordo? Quali sono i mondi che oggi l’arte può offrire? Lungi dal volersi imbattere nell’annosa questione del “cosa sia un’opera d’arte”, IMMAGINARIA nasce semplicemente dalla volontà di rispondere a questi interrogativi guardando all’arte contemporanea con uno sguardo insolito, rivolto soprattutto verso i concetti di funzionalità e di fruizione della stessa opera d’arte.

Ogni numero di IMMAGINARIA si compone di:

  • Un editoriale che introduce una tematica specifica;
  • Un’intervista ad un ospite speciale che approfondisce il tema dell’editoriale;
  • Carrellate di immagini, link e (dulcis in fundo) qualche suggerimento di libri e opere audiovisive da consultare per approfondire il discorso.

 

Scarica qui il numero integrale!

Che il viaggio cominci!

 

Art&Business. La costruzione di un nido creativo.

Giovedì 10/12, dalle ore 16:00 alle ore 18:00
Art&Business. La costruzione di un nido creativo.
Il numero dei partecipanti è limitato, iscrizione a questo link.

Cultura e impresa sono curiose l’una dell’altra e percepiscono i benefici reciproci della contaminazione.
Il Dipartimento di Management – Università Ca’ Foscari Venezia, in partnership con la Regione del Veneto, ha concretizzato queste intuizioni con interventi concreti che hanno portato alla costruzione di un “nido creativo” in cui far crescere l’intreccio tra produzione artistica e quella aziendale.
Il workshop è costruito attorno alle ultime 6 progettualità artistiche avviate nel 2020 grazie al progetto SMATH in altrettante aziende venete. Artisti e imprese presenteranno i più recenti episodi della linea di ricerca “Art & Business” che negli ultimi anni ha generato in Veneto decine di collaborazioni concrete tra il mondo dell’arte e quello dell’impresa.

La progettualità di Ca’ Foscari, grazie alla convenzione con Tra Treviso Ricerca Arte e Comune di Treviso, contribuisce ora alla fondazione di “Casa Robegan”, spazio museale innovativo che, primo in Europa, sarà esplicitamente dedicato alla costruzione di relazioni stabili tra arte contemporanea, economia e società.
I risultati del progetto e la prospettiva del nido creativo saranno commentati da esperti dal mondo dell’impresa, delle politiche culturali e della produzione artistica.

Programma:

16.00 Saluti Istituzionali
16.15 Art&Business. Il modello del “nido creativo” del progetto SMATH
16.30 La presentazione degli interventi artistici in azienda
Contarina SpA & Kensuke Koike
Electrolux Italia & D20 ART LAB
F/Art & Studio Tonnato
Villaggio SOS di Vicenza onlus & Špela Volčič
GV3 Venpa & Teoria & Preda
Cooperativa Sociale Verlata & Simona Sala + Alessio Ballerini
17.15 Casa Robegan. Un nuovo museo per il dialogo tra arte e impresa
17.30 Interventi di commenti dal mondo dell’impresa, della pubblica amministrazione e della produzione culturale

Il numero dei partecipanti è limitato, iscrizione a questo link.
Locandina evento

Photo Open Up – visita guidata

Photo Open Up – Latitudini Quotidiane
04.10.2020, Padova
Visita guidata con Carlo Sala

Il Festival internazionale di fotografia Photo Open Up raddoppia!
Dal 26 settembre al 25 ottobre si snoda in diverse sedi a Padova la seconda edizione di questo importante appuntamento con la fotografia, intitolata “Latitudini Quotidiane”.

Domenica 4 ottobre TRA vi porta in visita alle due sedi principali: Musei Civici agli Eremitani e Galleria Cavour, con l’eccezionale guida di Carlo Sala, Direttore Artistico del festival.

Questa particolare edizione reinterpreta le avversità che stiamo vivendo, riuscendo a raccontare gli elementi nascosti, talvolta perturbanti, del quotidiano e degli oggetti che ci circondano. Viaggiamo fino alla Cina immortalata ai tempi del lockdown, scopriamo come le immagini assumano un significato diverso rispetto al contesto in cui si trovano e conosciamo giovani autori locali, nuovi occhi del territorio.

Un’esposizione diffusa dal respiro nazionale e internazionale, a cui si affianca l’attenzione per la città attraverso mostre che valorizzano sconosciuti materiali d’archivio e produzioni emergenti.

Costo della visita: € 10,00 a persona.
Maggiori info e prenotazioni: segreteria@trevisoricercaarte.org / 339 6443542

Maggiori info su Photo Open Up!

Sole Luna Sguardi doc

4 – 6 settembre
Piccolo Circo di Prato Fiera (TV)
Ingresso libero

Dal 4 al 6 settembre torna a Treviso Sole Luna Sguardi doc, per la prima volta en plein air!
Un programma di tre serate dedicate al cinema documentario dove verranno proiettati i film vincitori della 15^ edizione del Sole Luna Doc Film festival, svoltosi a luglio a Palermo e online.
La selezione di film documentari racconta la complessità del mondo, storie emozionanti sui temi dei diritti umani, dell’ambiente, delle identità e del viaggio. Ci saranno film d’autore, alcuni in anteprima nazionale, proposti ad hoc dal comitato di selezione dell’associazione; ogni film sarà presentato dall’autore o da un ospite di eccezione per creare un confronto diretto tra il pubblico e  i protagonisti.

Maggiori info

TRA a Casa Robegan

TRA cambia sede
Nuovo progetto
2020 – 2025

Il nostro è stato un lavoro lungo e silenzioso, ma ora possiamo finalmente svelarvi tutto!
Con il nuovo anno TRA si trasferirà a Casa Robegan, parte dei Musei Civici di Treviso, per creare insieme al Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e al Comune di Treviso un anello di connessione e trasferimento sul territorio di saperi e contaminazioni artistiche.
Casa Robegan diventerà il luogo dove impresa e arte si incontrano, per dare vita a nuovi progetti e processi; non mancheranno mostre di arte contemporanea, laboratori, conferenze, workshop e collaborazioni con le associazioni del territorio, con cui ci relazioniamo da anni, che continueranno ad animare i nostri spazi.

Crediamo nel potere di cambiamento che ha la Cultura e non vediamo l’ora di potervi accogliere tra queste nuove mura!

Comunicato Stampa

Rassegna stampa

Pellicole d’Artista

Giovedì 28/05, 04/06, 11/06
Rassegna cinematografica online
In collaborazione con
Cineforum Labirinto e Lago Film Fest

TRA – Treviso Ricerca Arte, in collaborazione con Lago Film Fest e Cineforum Labirinto, presenta “Pellicole d’Artista”, nuovo format di visioni cinematografiche online dedicato a una selezione di film d’artista che ritraggono esperienze e performance nell’ambito del contemporaneo.

L’iniziativa vuole far scoprire e approfondire l’arte contemporanea declinata nel settore cinematografico attraverso la visione di documentari selezionati, proiettati in occasione dell’ultima edizione di Lago Film Fest. Prima di ogni appuntamento, Viviana Carlet, direttrice artistica di LFF, terrà alle ore 18.30 un incontro live Facebook con il regista della pellicola, visibile sui canali social degli organizzatori.

Il primo appuntamento della rassegna, in programma giovedì 28 maggio, è dedicato al film “Più de la vita” (2019) della regista Raffaella Rivi. Selezionato tra i 15 documentari partecipanti alla cinquina dei David di Donatello 2020, il film racconta, in una dimensione intima e concreta, quattro decenni del percorso artistico di Michele Sambin, pioniere della videoarte, ideatore di performances, spettacoli teatrali, opere pittoriche e partiture sonore. L’impresa artistica di Sambin incrocia e sperimenta le diverse tecnologie nel loro evolversi, dal video analogico alla pittura digitale, dagli strumenti tradizionali alla musica elettronica. Attraverso le opere d’archivio e il lavoro quotidiano dell’artista, il documentario offre uno sguardo diretto sull’arte intesa come lavoro concreto che attraversa il tempo e trasforma lo spazio.

L’iniziativa prosegue giovedì 4 giugno con il documentario “Theatron” (2018) del regista Giulio Boato, un ritratto cinematografico di uno dei protagonisti indiscussi del teatro contemporaneo, Romeo Castellucci. Insieme alla sua compagnia, la Socìetas Raffaello Sanzio, negli ultimi trent’anni Castellucci ha messo in scena spettacoli in tutta Europa, diventando uno dei massimi esponenti del teatro d’avant-garde. Sulle note di Vivaldi, Theatron disegna un ritratto dell’artista senza precedenti: tra prove generali e viaggi nei teatri di tutto il mondo, il film è una profonda riflessione non solo sullo spettacolo, ma anche sul legame dell’autore con la rappresentazione della natura umana.

La rubrica si concluderà giovedì 11 giugno con il film “My Home, in Libya” di Martina Melilli, in collaborazione con Stefilm. Filmando la casa dei nonni vicino a Padova, Martina identifica una mappa di luoghi appartenuti al loro passato: Antonio Melilli è nato a Tripoli, quando questa era ancora colonia italiana, e lì ha sposato Narcisa. In seguito al colpo di stato di Gheddafi, i due si sono trovati tra i 20.000 italiani costretti ad abbandonare la Libia nel 1969. Con l’aiuto di Mahmoud, un giovane libico contattato tramite i social media, la regista traccia una mappa dei luoghi appartenuti a quel tempo passato, e li rintraccia nella Tripoli di oggi. Tramite lo scambio di immagini e chat, la relazione tra i due diventa più profonda; il web gli permette di superare pian piano i confini fisici e culturali che separano le loro vite, portandoci all’interno di un mondo nel quale i media non hanno accesso. Presentato al Festival di Locarno e al Chicago International Film Festival, “My home, in Libya” racconta il senso di appartenenza ai luoghi, la memoria individuale e collettiva e come essa lavori sui ricordi, così come il mezzo digitale fa con le immagini.

Per partecipare alla rassegna gratuita “Pellicole d’Artista” iscriviti inviando una mail a:

segreteria@trevisoricercaarte.org / cineforumlabirinto@gmail.com
Tel. 339 644 35 42

Nelle date sopra riportate, riceverai un link per la visione del film, che sarà valido per 7 giorni.