OMAGGIO A SCODANIBBIO

OMAGGIO A SCODANIBBIO

22 marzo, ore 21
OMAGGIO A SCODANIBBIO
in collaborazione con L’Arsenale

Francesco Platoni – contrabbasso
Federico Nicoletta – pianoforte

Venerdì 22 marzo ospiteremo una serata speciale dedicata alla figura di Stefano Scodanibbio, il contrabbassista, compositore e performer scomparso nel 2012.

I giovani talenti dell’ensemble Platoni/Nicoletta, formato dal contrabbassista Francesco Platoni, musicista dell’orchestra sinfonica nazionale Rai, solista e vincitore di diversi concorsi internazionali nonché membro dell’ensemble Ludus Gravis, e dal pianista Federico Nicoletta, docente all’istituto musicale Verdi di Ravenna nonché vincitore di numerosi riconoscimenti internazionali, proporranno un repertorio di brani di Scodanibbio ma non solo. In programma anche la “Sonata” per contrabbasso e pianoforte di Sofija Gubajdulina e “Ultravox I” per contrabbasso e live electronics di Stefano Pierini, il quale sarà presente anche lui.

Progetto realizzato nell’ambito dell’iniziativa Sillumina, copia privata per i giovani, per la cultura.

Ingresso € 6 / € 4 Soci TRA

 

Stefano Scodanibbio (Macerata, 1956 / Cuernavaca, 2012)
Contrabbassista e compositore, il suo nome è legato alla rinascita del contrabbasso negli anni ‘80 e ‘90; ha infatti suonato nei maggiori festival di musica contemporanea numerosi pezzi scritti appositamente per lui da compositori quali Bussotti, Donatoni, Estrada, Ferneyhough, Frith, Globokar, Sciarrino, Xenakis. Ha collaborato a lungo con Luigi Nono (arco mobile à la Stefano Scodanibbio è scritto nella partitura del Prometeo) Giacinto Scelsi e Terry Riley. John Cage, in una delle sue ultime interviste, ha detto di lui: “Stefano Scodanibbio is amazing, I have never heard better double bass playing than Scodanibbio’s. I was just amazed… his performance was absolutely magic!”
Ha composto più di 50 lavori principalmente per strumenti ad arco e per quattro volte le sue composizioni sono state selezionate dalla SIMC, Società Internazionale di Musica Contemporanea. Nella realizzazione delle sue composizioni ha collaborato, fra gli altri, con coreografi
e danzatori come Virgilio Sieni, Hervé Diasnas, con il regista Rodrigo Garcia, l’artista Gianni Dessì, il filosofo Giorgio Agamben, il poeta Edoardo Sanguineti. Nel 1983 ha fondato e diretto per trent’anni la Rassegna di Nuova Musica di Macerata. Sue musiche e sue interpretazioni sono state incise per le etichette discografiche ECM, Wergo, Sony, Mode e Stradivarius.

Federico Nicoletta
Il musicista si è esibito da solista per il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro alla Scala, la Filarmonica Toscanini, l’Orchestra Sinfonica Verdi di Milano, l’Orchestra Giovanile Italiana. Vincitore di numerosi premi (Concorso Pianistico “Rina Sala Gallo” di Monza, XIX Concurso Internacional de Piano de Santander “Paloma O’Shea”), si dedica con particolare passione al repertorio cameristico, collaborando con le prime parti delle orchestre di Teatro alla Scala, Accademia di Santa Cecilia, Opera di Roma, RAI e Teatro Regio di Torino, Orchestra della Svizzera Italiana, Berliner Philharmoniker, London Philharmonic, Opéra de Paris, New York Philharmonic e con musicisti quali Giuffredi, Baroni, Cuper, Daniels, Fagone, Grossi, Lemper, Marasco, Morales, Persichilli, Sato, Ughi, Vignali, Zemtsov. È stato ospite di Festival MiTo, 52° Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia, Teatro Comunale di Bologna, Ponchielli di Cremona, Auditorium della RTSI-Radio Svizzera Italiana di Lugano, Palazzo del Quirinale, Teatro Bibiena di Mantova, Ravenna Festival. Diplomato con lode all’Accademia di Santa Cecilia con Benedetto Lupo, alla Scuola di Musica di Fiesole con Bruno Canino (musica da camera) e Pietro De Maria (pianoforte), è docente di pianoforte e di accompagnamento pianistico.

Francesco Platoni
Studia contrabbasso con Daniele Roccato e Stefano Scodanibbio. Nel 2011 si diploma con lode e menzione d’onore presso il Conservatorio di Musica Morlacchi di Perugia e si laurea in Ingegneria Elettronica ed Informatica con il massimo dei voti. Vincitore del primo premio al Concorso “Valentino Bucchi” (2011), del terzo premio al Concorso Internazionale BASS2010 Berlin, Categoria Youth e del terzo premio della Solo Competition organizzata nel 2013 dalla Società internazionale del Contrabbasso di Rochester, è stato ospite della London Philharmonic Orchestra, BBC Symphony Orchestra (Londra), Orchestra del Teatro Alla Scala (Milano), Filarmonica del Teatro Alla Scala (Milano), Orchestra della Svizzera Italiana (Lugano). Ha lavorato con importanti personalità della letteratura italiana quale Vitaliano Trevisan e collaborato con interpreti e compositori contemporanei tra cui Alandia, Bryars, Gubajdulina, Henze, Estrada, Cifariello Ciardi, De Rossi Re, Perocco, Pierini, Riley, Sani, Scodanibbio. Dal 2014 è membro dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI a Torino. Nel mese di febbraio 2019 vince il concorso per il ruolo di primo contrabbasso nella medesima orchestra. È membro del Ludus Gravis, ensemble di contrabbassi, che si esibisce nelle maggiori stagioni concertistiche italiane ed internazionali.
Ha eseguito registrazioni radiofoniche per RAI RadioTre, BBC Radio3, Radio CEMAT, RTV Slo e discografiche per ECM, WERGO, Sony, CDKlassik.