Titolo

Testo slogan

.
INCON

TRART 

2016

 

Incontri di arte contemporanea


copia sito

 


 

 















Incontrart, la rassegna di cui arte ed artisti sono protagonisti!
 

 

APPUNTAMENTI PASSATI:


Mercoledì 16.11.2016 ore 20.45
A sangue freddo
di Silvia Costa - performance

La parola, lo sguardo, il gesto di Chiara Andrich - documentario


La performance
trae la sua origine da una serie di immagini realizzate per un progetto fotografico, come una sorta di appendice temporale, nel quale il corpo immortalato si fa materia di studio di un processo di disgregazione degli strati. Il corpo umano viene così sottoposto allo sguardo del pubblico come se ci si trovasse in una sala anatomica.

 

Il documentario
che seguirà la performance, e ad essa collegato, è dedicato al lavoro di tre artiste venete del teatro e delle arti performative: Silvia Costa, Anna de Franceschi ed Alice Di Lauro. Silvia si dedica ad un teatro di ricerca, Anna lavora come attrice e clown, infine Alice che è impegnata nella ricerca di una gestualità poetica. Tre giovani donne che raccontano la passione per il loro lavoro, le loro esperienze e le loro poetiche artistiche, accomunate da un processo di conoscenza di sè ed esplorazione interiore. 




Mercoledì 06.07.2016 h 20.45

Incontrart / Culture, territori ed elementi di geomorfologia.

 

 

In vista dell’inaugurazione del prossimo progetto d’arte pubblica nel vicino comune di “Nervesa della Battaglia” organizzato dall’associazione “Front of Art”, TRA propone un talk culturale sul legame paesaggio-arte. Saranno ospiti il professor Riccardo Caldura, docente all’Accademia di Belle Arti di Venezia, Bashir Maroun, membro del precedente council of Bcharre (Libano), via skype Lucia Giardino, co-fondatrice e co-direttrice del progetto di residenza d’artista “GuilmiArtProject” in Abruzzo, il geologo Nicola Dalla Libera e lo storico dell’arte Carlo Sala.

 

L’intento della serata è quello di creare una piccola cornice in cui vi sarà spazio per diversi interventi e prospettive sul tema del paesaggio, alcuni più legati all’aspetto culturale-antropologico, altri più alla geografia del territorio. Un’occasione per riflettere circa il rapporto territorio e cultura, secondo diversi punti di vista.

 

Durante la serata verrà inoltre presentato il progetto di Nervesa “Confluenze. Dal fiume Qadishia al Piave.”, in cui sei giovani artisti libanesi e due artiste italiane in residenza artistica sul luogo dal 29 giugno al 13 luglio proporranno dei progetti che saranno realizzati sul Piave, sul Montello e a Nervesa in collaborazione con bambini ed adulti del comune, che contribuiranno attivamente alla creazione delle varie opere, in un clima di scambio culturale reciproco e reale.

 


Giovedì 16.06.2016 h 20.45
Around the poetry #1

Introduzione di Carlo Sala e Patrizio Peterlini

Proiezione 

Around Poetry #1
Regia di Piero Matarrese
Sceneggiatura di Patrizio Peterlini
Documentario, Italia, 2015
Durata 57'. Italiano

Il documentario tratta di alcune inaugurazioni succedutesi nell’arco di 4 giorni nel 1995: "Poesia Visiva e dintorni. L'Ultima avanguardia" a Spoleto; "Sarenco. Opere recenti" alla Rocca di Umbertide e "Vanessi. Archeologica" a Fabriano. Alla settimana hanno partecipato una ventina di poeti internazionali, Emmett Williams a Julien Blaine, da Ito Motoyuki a Karel Trinkewitz. 

Il film contiene spezzoni delle numerose performances, delle interviste e una discussione sulla scrittura congiunta di un manifesto della poesia visiva. Immagini di backstages, ricche di gags e momenti insoliti e divertenti. Interverranno Piero Matarrese e Patrizio Peterlini.

 

 

Mercoledì 04.05.2016 h 20.45

ALBERTO BURRI / Alberto Burri. La vita nell'arte

Introduzione di Giulia Zandonadi

 

Proiezione 
Alberto Burri. La vita nell'arte
Regia di Davide Gambino e Dario Guarnieri
Musiche di John Cage, Patrick De Clerck, Daniel Gardner, Alexander Knaifel, Will Raines e Valentin Silvestrov
Documentario, Italia, 2011
Durata 45’. Italiano

Attraverso le opere e le persone che hanno condiviso con l'artista gioie e sofferenze, Alberto Burri. La vita nell'arte ripercorre la vita dell'uomo che si cela dietro al Grande Cretto di Gibellina, opera di land art che sancisce l'indelebile ricordo della devastazione arrecata dal terremoto del Belice del 1968.


 

Mercoledì 20.04.2016 h 20.45

EMILIO ISGRO' / I come Isgrò

Introduzione di Emilio Isgrò


Proiezione:

I come Isgrò

Regia di Riccardo Cannella e Nunzio Gringeri

Musiche di Franco Battiato ed Henzo

Documentario 50’, Italia, 2014

Italiano

 

I come Isgrò ricostruisce il percorso creativo di uno degli artisti italiani più riconosciuti a livello internazionale. Poeta visivo, pittore, scrittore, drammaturgo e regista, Emilio Isgrò è noto per la tecnica della cancellatura.

 



Mercoledì 06.04.2016 h 20.45

JAMES TURREL / La contemporaneità della preistoria

Introduzione di Alessandro Belgiojoso e Agostino De Rosa


Intervento sull’esperienza del progetto Terra e Luce – dalla Gurfa al Roden Crater che ha visto ospiti del Sole Luna
Doc Film Festival nel 2009 due artisti: l’architetto JAMES TURRELL con la mostra sul Roden Crater e il fotografo ALESSANDRO BELGIOJOSO con un lavoro fotografico sul complesso preistorico delle grotte della Gurfa.


Proiezione n.1
Earth & Light, 19.000 frames
Regia di Alessandro Belgiojoso
Musica di Francesco Rampichini
Video arte, Italia, 2009
Durata 4’. Italiano

Il video d’arte di Alessandro Belgiojoso è espressione di una ricerca artistica che lega luce e ambiente spaziale, un tema particolarmente caro all’artista americano James Turrell.

Proiezione n.2
The Plato’s cave and the light inside
Estratti dalla lectio magistralis di James Turrell
Galleria D’Arte Moderna di Palermo, 2009
Inglese, non sottotitolato

Nella conferenza dal titolo La caverna platonica e la luce interiore (Palermo 2009), l’artista americano James Turrell – noto per il suo progetto di land art Roden Crater (Arizona, USA) – racconta la propria ricerca artistica, in tensione tra luce e ombra, spazio e percezione.


 


Mercoledì 23.03.2016 h 20.45

JAN FABRE / Beyond the artist

Introduzione di Carlo Sala


Proiezione:

Jan Fabre. Beyond the artist

Regia di Giulio Boato

Musica di Lorenzo Danesin

Documentario 52’, Italia/ Francia, 2014

Inglese e francese, sottotitoli in italiano

 

Jan Fabre. Beyond the artist racconta, per la prima volta in via cinematografica, la figura di Fabre quale artista polivalente. Intrecciando immagini di opere d’arte, esposizioni e spettacoli con interviste all’artista medesimo e ad altre professionalità a lui vicine, il documentario traccia un ritratto dal vero di uno dei soggetti creativi più discussi degli ultimi decenni.



 

Mercoledì 09.03.2016 ore 20.45

Christian Boltanski: memorie e conflitti

con Carlo Sala


Ultimo appuntamento dedicato alla fotografia contemporanea. Il protagonista di Incontrart sarà Christian Boltanski, uno dei maggiori artisti contemporanei, ha un profondo rapporto con il concetto di memoria.
Le sue installazioni fotografiche hanno spesso per tema fatti storici che rappresentano delle "cicatrici" della storia recente, narrate a partire dal ricordo dei loro protagonisti: dalle immagini dei volti dei partigiani caduti agli oggetti delle persone scomparse in tragedie come quella dell'aereo caduto a Ustica nel 1980. Negli ultimi decenni altri autori hanno ragionato in senso critico sui ‘conflitti’ contemporanei, come Aldredo Jaar con il famoso Rwanda Project dedicato al genocidio africano, proponendo una fotografia che si distacca dalle immagini dello shock per creare delle memorie visive consapevoli e rispettose in grado di toccare le coscienze dei fruitori.



 

Mercoledì 02.03.2016 ore 20.45

Chiara Casarin / L'autenticità nell'arte contemporanea

con Chiara Casarin e Patrizia Magli

Presentazione del volume di Chiara Casarin L’Autenticità nell’Arte Contemporanea ZeL Edizioni, Treviso, 2015. Dedicato a collezionisti, gallerie, artisti e teorici o amanti dell’arte, questo libro rappresenta una svolta nell’interpretazione del concetto di autenticità e fornisce una chiave di lettura per tutti quei casi in cui questa venga messa in discussione. Citando esempi che spaziano dall’antichità ai nostri giorni, l’autrice stabilisce un terreno ricco di casi esemplari sui quali poi costruisce una teoria estetica di fondamentale importanza per la contemporaneità.
Cos’è un falso? E un facsimile? Nel contemporaneo una copia può avere più valore dell’autentico? Nell’ultimo secolo la percezione dell’arte, con tutti i suoi significati, è notevolmente cambiata. Ora si studiano dei piani per salvaguardare almeno il ricordo delle opere antiche a rischio di distruzione e si realizzano sofisticati programmi per riprodurre il più fedelmente possibile ciò che rischia di non essere mai più visto. La tecnologia evolve e di pari passo l’arte muta se stessa e i canoni secondo cui deve essere letta.

Le relazioni che l’opera d’arte intrattiene con il suo autore o con il periodo storico a cui appartiene, sembrano non possedere l’efficacia di un tempo in quanto nel contemporaneo i significati di autenticità e autorialità sono mutati. Questo libro propone una soluzione, un modello teorico che consente di capire questi fenomeni nonostante si tratti di un ambito spesso viziato dall’emotività.

Il presupposto di partenza è che valore artistico e valore di mercato non sempre coincidono e, soprattutto, che un giudizio di falsità non è detto sia per sempre.

 

 

Mercoledì 24.02.2016 ore 20.45

Joan Fontcuberta: l'immagine manipolata

a cura di Carlo Sala


Joan Fontcuberta con ironia e spirito critico confonde la nostra percezione per impedirci di comprendere dove finisce il reale e dove inizia la magia dell'artificio: presunte specie di animali estinti, il racconto di un cosmonauta dimenticato o il lontano monastero in cui si insegna a compiere i miracoli. In questi ultimi decenni dominati da una proliferazione di immagini omologate, oltre allo spagnolo, artisti come Thomas Ruff o Erik Kessel hanno operato manipolazioni, "trucchi" ed errori per rinnovare le forme espressive e dar vita a riflessioni sui limiti e sulle potenzialità del linguaggio artistico.

 

 

Mercoledì 10.02.2016 ore 20.45

Andres Serrano: lo spettacolo del reale

a cura di Carlo Sala


Dagli anni Novanta ad oggi molti fotografi internazionali hanno trattato il tema del reale, attraverso una visione che lo spettacolarizza, quasi fosse mutuata dalla cultura televisiva dei Reality show: l'intimità domestica fatta di sesso e droga dei personaggi di Nan Goldin, i giovani delle metropoli tedesche raccontati da Wolfgang Tillmans o i crudi scatti di Andres Serrano della serie Morgue realizzati negli obitori americani attraverso una estetica della vanitas che sembra rimandare alle composizioni della pittura antica.


_____
 

ANNI PRECEDENTI:

-2015

-2014

-2013