Contemporaneamente

Architettura di carta. La biblioteca al tempo del digitale

16 novembre, ore 20.45
Per la rassegna ‘Contemporaneamente. Architettura e design dal XXI secolo’
a cura di Giovanni Carli

Continua la rassegna di TRA Treviso Ricerca Arte dedicata all’architettura e al design, curata da Giovanni Carli. Contemporaneamente. Architettura e design dal XXI secolo consiste in una serie di incontri in cui scoprire le forme più contemporanee della forma d’arte più pratica, con cui ognuno di noi ha, spesso inconsapevolmente, a che fare ogni giorno.
La tipologia della biblioteca come tempio del sapere, dall’archivio ai database.

Sarà presente alla serata l’architetta e fotografa Sissi Cesira Roselli.

Ingresso riservato ai Soci TRA

Home sweet home: Design Contest

5 ottobre, ore 20.45
Per la rassegna ‘Contemporaneamente. Architettura e design dal XXI secolo’
a cura di Giovanni Carli
con la partecipazione dell’arch. Silvia Bertoncini

Continua la rassegna di TRA Treviso Ricerca Arte dedicata all’architettura e al design, curata da Giovanni Carli. Contemporaneamente. Architettura e design dal XXI secolo consiste in una serie di incontri in cui scoprire le forme più contemporanee della forma d’arte più pratica, con cui ognuno di noi ha, spesso inconsapevolmente, a che fare ogni giorno.
La casa di ieri oggi e domani; l’evoluzione dell’abitare contemporaneo dalla Villa Savoye alla casa domotica.

Ingresso riservato ai Soci TRA

Prossimi appuntamenti:
– 18 ottobre / Architetture di carta. La biblioteca al tempo del digitale

On the silver screen

22 giugno, ore 20.45
Per la rassegna ‘Contemporaneamente. Architettura e design dal XXI secolo’
a cura di Giovanni Carli

TRA Treviso Ricerca Arte propone a partire da marzo una nuova rassegna dedicata all’architettura e al design, curata da Giovanni Carli. Contemporaneamente. Architettura e design dal XXI secolo consiste in una serie di incontri in cui avremo modo di scoprire le forme più contemporanee della forma d’arte più pratica, con cui ognuno di noi ha, spesso inconsapevolmente, a che fare ogni giorno.
Architettura e design in cinemascope; storie di film in cui architettura e cinema sono protagonisti dell’azione, non solo sfondo della scena.

Ingresso riservato ai Soci TRA.

Masters of Architecture

8 giugno, ore 20.45
Per la rassegna ‘Contemporaneamente. Architettura e design dal XXI secolo’
a cura di Giovanni Carli

Il primo appuntamento di giugno sarà un’opera in tre atti: OMA – SANAA – ALEJANDRO ARAVENA. Il racconto di tre studi professionali alla conquista del mondo, featuring Rem Koolhaas, Kazuyo Sejima e Alejandro Aravena: tre ex direttori artistici di Biennale, rappresentanti di tre continenti differenti.

Ingresso riservato ai Soci TRA.

Design Identity

30 marzo, ore 20.45
Per la rassegna ‘Contemporaneamente. Architettura e design dal XXI secolo’
a cura di Giovanni Carli

Design come forma d’arte o prodotto seriale? Gusto, decoro, stile sono termini portatori sani di ambiguità: il design è la ricerca del bello in forme utili o viceversa. La storia del design, disciplina ancora relativamente giovane, è il racconto del passaggio dal disegno artigianale al design industriale come prodotto per le masse. Le culture o le sottoculture del design, come della moda, sono rappresentazioni del Presente e proiettano verso il Futuro in quanto oggetti comuni e oggetti preziosi nascondono un profondo significato da cui non possiamo prescindere: sono entrambi progetti di una nuova visione dell’abitare la casa, la città o il pianeta.

Ingresso riservato ai Soci TRA

Lost in Architecture

15 marzo, ore 20.45
Per la rassegna ‘Contemporaneamente. Architettura e design dal XXI secolo’
a cura di Giovanni Carli

La teoria dell’architettura si pone come strumento di conoscenza per l’articolazione del linguaggio della disciplina, soprattutto interrogandoci su un quesito universale: “cosa è contemporaneo?” Arte, cultura, design, nuove tecnologie, contaminazioni e applicazione/rivisitazione di vecchi saperi costituiscono il corpus novus dell’architettura, quanto mai eterogeneo e complesso. Se l’architettura dell’International Style dei grandi maestri della prima metà del Novecento osannava la funzione, l’architettura del XXI secolo, passando per il simbolismo esasperato dell’epoca post-modern, insiste sulla comunicazione dell’immagine, sia essa seducente, irriverente, alterata. Nuove forme di vita: architettura parametrica, architettura parassita, architettura riciclata.

Ingresso riservato ai Soci TRA.