Cinema Trasversale

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve (Svezia 2013, 100’)
di Felix Herngren
Venerdì 7 dicembre, ore 21.00
Per il ciclo “Svezia, Svezia!”
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto

Da un Paese lontano giungono con sempre più frequenza piccoli grandi capolavori. Presenza costante nelle nomination agli Oscar e nei programmi dei più importanti Festival di cinema, la Svezia è ormai considerato un luogo privilegiato per produzione cinematografiche raffinate, stimolanti e imprevedibili. Thriller congegnati alla perfezione, commedie brillanti e divertenti, film d’autore come le opere del pluripremiato Roy Anderson, senza dimenticare quell’irresistibile tendenza al dark humour e al cinema paradossale. Con l’obiettivo di scoprire e riscoprire alcune pellicole provenienti dalla penisola svedese, TRA Treviso Ricerca Arte, in collaborazione con Cineforum Labirinto, propone la rassegna “Svezia! Svezia!“, un breve viaggio cinematografico in tre tappe per lasciarsi incuriosire e farsi sorprendere da alcune preziose opere svedesi.

Nel giorno del suo centesimo compleanno, Allan Karlsson scappa dalla casa di riposo in cui soggiorna verso una meta ignota, ma nel farlo prende la valigia piena di soldi ad un corriere della malavita senza conoscerne il contenuto.
Giunto ad una prima destinazione, il centenario Allan incontra un contadino, scopre il contenuto della valigia e da quel momento cerca di mettere a frutto il denaro non rendendosi conto di essere al centro di una clamorosa caccia all’uomo.

Tratto dall’omonimo best-seller di Jonas Jonasson, il film di Herngren è un irresistibile mix di comicità grottesca e dark humour, candidato a ben due premi Oscar nel 2014.

Prenotazione consigliata.
Ingresso riservato ai Soci TRA o con offerta responsabile.

Forza Maggiore

Forza Maggiore (Svezia- Francia 2014, 115′)
di Ruben Östlund
9 novembre 2018, ore 21.00
Per il ciclo “Svezia, Svezia!”
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto

Da un Paese lontano giungono con sempre più frequenza piccoli grandi capolavori. Presenza costante nelle nomination agli Oscar e nei programmi dei più importanti Festival di cinema, la Svezia è ormai considerato un luogo privilegiato per produzione cinematografiche raffinate, stimolanti e imprevedibili. Thriller congegnati alla perfezione, commedie brillanti e divertenti, film d’autore come le opere del pluripremiato Roy Anderson, senza dimenticare quell’irresistibile tendenza al dark humour e al cinema paradossale. Con l’obiettivo di scoprire e riscoprire alcune pellicole provenienti dalla penisola svedese, TRA Treviso Ricerca Arte, in collaborazione con Cineforum Labirinto, propone la rassegna “Svezia! Svezia!“, un breve viaggio cinematografico in tre tappe per lasciarsi incuriosire e farsi sorprendere da alcune preziose opere svedesi.

Tomas e Ebba sono in vacanza sulle Alpi per una settimana dedicata allo sci con i loro bambini. Mentre siedono ai tavoli all’aperto di un ristorante panoramico, una valanga si dirige a grande velocità verso di loro e pare destinata a travolgerli. L’istinto di Ebba è quello di proteggere i figli, quello di Tomas è quello di mettersi in salvo il più in fretta possibile in compagnia del cellulare.

La valanga si arresta prima del rifugio e i quattro rientrano sani e salvi in hotel, ma qualcosa nella coppia si è incrinato ed è una crepa che è destinata ad aprirsi sempre di più.

Dal regista dell’acclamato The square, una commedia pungente e ironica sulla fiducia nei rapporti affettivi per un’opera poetica  e impreziosita dalla potenza evocativa del paesaggio.

 

Prenotazione consigliata.
Ingresso riservato ai Soci TRA o con offerta responsabile.

L’occhio del diavolo

L’occhio del diavolo (Svezia 1960, 87′)
di Ingmar Bergman
5 ottobre 2018, ore 21.00
Per il ciclo “Svezia! Svezia!”
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto

Da un Paese lontano giungono con sempre più frequenza piccoli grandi capolavori. Presenza costante nelle nomination agli Oscar e nei programmi dei più importanti Festival di cinema, la Svezia è ormai considerato un luogo privilegiato per produzione cinematografiche raffinate, stimolanti e imprevedibili. Thriller congegnati alla perfezione, commedie brillanti e divertenti, film d’autore come le opere del pluripremiato Roy Anderson, senza dimenticare quell’irresistibile tendenza al dark humour e al cinema paradossale. Con l’obiettivo di scoprire e riscoprire alcune pellicole provenienti dalla penisola svedese, TRA Treviso Ricerca Arte, in collaborazione con Cineforum Labirinto, propone la rassegna “Svezia! Svezia!“, un breve viaggio cinematografico in tre tappe per lasciarsi incuriosire e farsi sorprendere da alcune preziose opere svedesi.

Un’orzaiolo impedisce al Diavolo di dormire sonni tranquilli e la causa dell’infiammazione oculare è l’ostinata verginità della giovane e bella Britt. Per porre fine alla fastidiosa sofferenza, il Diavolo decide di mandare sulla terra Don Giovanni. La missione è semplice: sedurre la fanciulla, facendo così scomparire l’affezione oculare. Ma la ragazza è meno arrendevole del previsto e anche le più raffinate tecniche di seduzione di Don Giovanni non sembrano avere effetto.

Nel centesimo anno dalla nascita di Ingmar Bergman, un raffinato divertissement in quattro atti, capace di divertire e di far riflettere sull’amore e sul tradimento.

Prenotazione consigliata.
Ingresso riservato ai Soci TRA o con offerta responsabile.

A man called Ove

A man called Ove (Id. – Svezia 2015, 116′)
Di Hannes Holm
4 maggio 2018, ore 21.00
Prima regionale
Per il ciclo ‘Nuove visioni’.
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

Il cinquantanovenne Ove è l’uomo più scontroso di tutto il suo quartiere. Nonostante sia stato esautorato dalla carica di presidente degli amministratori di condominio della zona, continua a estendere il suo pugno di ferro su tutto e tutti. Indesiderato dai vicini di casa e privo di alcun interesse, tenta goffamente di togliersi la vita, ma i suoi piani vanno a rotoli per una serie di assurde circostanze, tra cui l’arrivo della nuova vicina Parvaneh, una ragazza di origini iraniane con un marito svedese piuttosto imbranato.

Candidato agli Oscar come Miglior film straniero, Mr. Ove è una commedia alterna humor nero, sarcasmo e malinconia come insegna la migliore tradizione comica nordeuropea.

Prenotazione consigliata.

Ingresso riservato ai Soci TRA o con offerta responsabile.

 

Robot & Frank

Robot & Frank (Id. – USA 2012, 89′)
di Jake Schreier
6 aprile 2018, ore 21
Prima regionale
Per il ciclo ‘Nuove visioni’.
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

In un futuro prossimo ma non troppo lontano, Frank è un anziano burbero e solitario che inizia a mostrare i primi segni del passare del tempo. Preoccupati per la salute del padre, i figli, piuttosto che metterlo in una casa di cura, decidono di comprargli un robot che possa prendersi cura di lui. Inizialmente restio alla presenza del robot in casa, con il tempo Frank inizia a trarre piacevolmente vantaggio dalla presenza del piccolo automa, che gli fa compagnia e gli tiene pulita casa. Con il tempo tra Frank e il robot si instaura una bizzarra amicizia che fa riaffiorare nell’uomo la sua antica e illegale passione per i furti.

Robot & Frank è una commedia brillante su un’amicizia speciale tra un anziano e un piccolo robot. È un film che diverte fin dal primo minuto senza rinunciare a riflettere con ironia sulla condizione dell’anziano Frank, abbandonato dai figli nelle mani bioniche del suo nuovo amico e complice.

Ingresso riservato ai Soci TRA o con offerta responsabile.
Prenotazione consigliata.

Nuove Visioni: The Crow’s Egg

The Crow’s Egg (India 2014, 109’)
di M. Manikandan
9 marzo 2018, ore 21
Prima regionale
Per il ciclo ‘Nuove visioni’.
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

Due simpatici fratellini indiani vivono nei bassifondi di Chennai assieme alla madre e alla nonna. Nel tempo libero i due bambini giocano intorno ad un albero, ma un giorno quello stesso albero viene abbattuto e al suo posto viene costruita una pizzeria.
Dopo un attimo di smarrimento, i bimbi rimangono affascinati da quell’insolito cibo e cercheranno in tutti i modi di raccogliere i soldi necessari per addentare per la prima volta nella loro vita una fetta di pizza.

“The Crow’s Egg” è una commedia molto intelligente e ricca di colpi di scena, ma è soprattutto una favola ironica che racconta con grazia le aspirazioni di due bambini senza rinunciare ad offrire spunti di riflessione allo spettatore.

Ingresso riservato ai Soci TRA o con offerta responsabile.

> Prossime proiezioni:
ROBOT & FRANK (USA 2012) 6 aprile, ore 21:00
A MAN CALLED OVE (SVEZIA 2015) 4 maggio, ore 21:00

Alejandro Jodorowsky – Poesia sin fin

Poesia sin fin (Id., CILE – FRANCIA 2016, 128’)
di Alejandro Jodorowsky
12 gennaio 2018, ore 21.00
Replica: 18 gennaio 2018, ore 21.00
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

Iniziamo il nuovo anno con una proiezione speciale, in collaborazione con Cineforum Labirinto e con la partecipazione di Mescalito Film, un’anteprima regionale con la nuova opera cinematografica del maestro Alejandro Jodorowsky, ‘Poesia sin fin’. Presentato nella Quinzaine di Cannes 2016, Jodorowsky prosegue il racconto giocoso e caricaturale della sua esistenza iniziato con La danza della realtà (2013), cronaca dell’infanzia cilena del regista, inventando e reinventando un altro cinema, personale, libero, senza limiti.

Santiago del Cile, al debutto degli anni Cinquanta. Alejandro Jodorowsky ha vent’anni e il desiderio di diventare poeta contro il parere del padre che lo sogna medico, ricco e borghese. Intrappolato nell’ennesima riunione di famiglia, recide (letteralmente) l’albero genealogico e trova riparo in una comune di artisti avanguardisti per coltivare finalmente il desiderio ardente. Ispirato dai più grandi maestri della moderna letteratura Latino Americana (Enrique Lihn, Stella Díaz, Nicanor Parra) e immerso nella sperimentazione poetica, Alejandrito comincerà la sua rivoluzione culturale.

Ingresso ad offerta responsabile fino ad esaurimento posti.
Prenotazione consigliata.

Alamar

Alamar (Id., Messico 2009, 73’)
di Pedro Gonzalez-Rubio
1° dicembre 2017, ore 21.00
Per il ciclo ‘Nelle terre selvagge’.
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

In un atollo dal mare incontaminato vive un vecchio pescatore. Si chiama Matraca ed esercita la pesca con metodi antichi nel Banco Chinchorro, un’estesa barriera corallina nei mari del Messico. Un giorno suo figlio Jorge lo raggiunge con il nipotino, Natan, nella sua piccola palafitta. Natan ha cinque anni e vive a Roma con sua mamma, Roberta. Prima che il piccolo inizi ad andare a scuola, Jorge vuole fargli conoscere il suo mondo.
«Da giovane ho viaggiato molto in Messico e nei Caraibi e di quei posti ricordo le strade sterrate circondate da una giungla fittissima e attraversate da granchi e iguana. Attraverso una storia basata sulla relazione tra l’uomo e l’ambiente, volevo restituire il mio amore per questa regione e l’ammirazione e il rispetto che nutro per le vite dei suoi pescatori.»
Pedro González-Rubio

Ingresso riservato ai Soci TRA o con offerta responsabile.
Prenotazione consigliata: segreteria@trevisoricercaarte.org o 0422 419990.

El abrazo de la serpiente

El abrazo de la serpiente (Id., Colombia 2015m 125’)
di Ciro Guerra
10 novembre 2017, ore 21
Per il ciclo ‘Nelle terre selvagge’.
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

Karamakate, sciamano amazzonico e ultimo sopravvissuto della sua gente, vive da solo nel profondo della giungla. Privo di emozioni e di ricordi, vede la sua vita cambiare quando Evan, un etnobotanico americano, arriva nella foresta alla ricerca della yakruna, una misteriosa pianta con proprietà curative. Karamakate decide allora di unirsi alla sua ricerca e i due si imbarcano in un viaggio nella giungla.
El abrazo de la serpiente è un affascinante viaggio amazzonico, fotografato in un magnifico bianco e nero. Risalendo le sponde dei fiumi e addentrandosi nel fitto della foresta, la macchina da presa ritrae un luogo misterioso, serbatoio di lingue sconosciute e di simboli indecifrabili, penetrato dai suoni della natura e dalle rapide che le snelle imbarcazioni degli esploratori superano silenziose e veloci.

Ingresso riservato ai Soci TRA o con offerta responsabile.
Prenotazione consigliata: segreteria@trevisoricercaarte.org o 0422 419990.

Prossima proiezione 1 dicembre: Alamar

Tabù. A story of the South Seas

Tabù. A story of the South Seas (USA 1931, 83′)
di Friedrich W. Murnau
6 ottobre, ore 21.00
Per il ciclo ‘Nelle terre selvagge’.
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

In un’isola della Polinesia Francese, la più bella ragazza del villaggio viene consacrata alla divinità locale e deve quindi restare vergine. Il suo innamorato, piuttosto contrariato per questa decisione, si ribella e la rapisce. Insieme decidono di fuggire su un’altra isola ma il loro amore sarà messo ancora a dura prova.
Scritto con Robert Flaherty, Tabù è un suggestivo capolavoro ambientato tra Bora Bora e Tahiti che racconta la forza della passione in contrapposizione alla freddezza e all’immutabilità del rituale.

Accompagnamento musicale dal vivo a cura di:
Papiss Diouf (chitarra),
Alessandro Turchet (contrabbasso),
Roberto Durante (tastiere)

Ingresso riservato ai Soci TRA o con offerta responsabile.
Prenotazione consigliata: segreteria@trevisoricercaarte.org o 0422 419990.

Prossime proiezioni:
– 10 novembre / El abrazo de la serpiente (Colombia 2015, 125′)
– 1° dicembre / Alamar (Messico 2009, 73′)

Lady Eva

Lady Eva, di Preston Sturges con Henry Fonda e Barbara Stanwyck (Usa, 1h37m)
9 giugno, ore 21.00
Per il ciclo ‘Che cos’è l’amor?’
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

A bordo di un transatlantico, la giovane avventuriera Jean Harrington mette in atto, insieme al padre, una truffa ai danni dell’ingenuo milionario Charles Pike. L’uomo viene a conoscenza della verità, ma nel frattempo la ragazza si è innamorata di lui e per riconquistarlo decide di trasformarsi nell’aristocratica Lady Eva. Autentica gemma della commedia brillante americana degli anni ’40, in bilico tra farsa e romanticismo, Lady Eva contribuì all’affermazione definitiva del talento graffiante di Preston Sturges e si propose come ‘la più brillante specie di nonsense’ del suo periodo.

Si consiglia la prenotazione a:
segreteria@trevisoricercaarte.org / 0422.419990
Ingresso riservato ai Soci TRA ad offerta responsabile.

 

L’appartamento

di Billy Wilder con Jack Lemmon e Shirley McLaine (USA 1960, 125′).
5 maggio, ore 21.00
Per il ciclo ‘Che cos’è l’amor?’
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

La carriera di Bud Baxter, impiegato in una grande compagnia di assicurazioni, fa balzi da gigante, ma il merito non è legato alla sua professionalità nel lavoro. Bud deve tutto al fatto che possiede un piccolo appartamento che concede ai suoi superiori quando vogliono passare la notte con le loro amichette. Un giorno Bud, che ha cedutoi la chiave al capo del personale, scopre che la donna che sta con lui è Fran, l’addetta agli ascensori di cui è innamorato. Deliziosa commedia dolceamara di Billy Wilder, tremendamente cinica e sepolta da una pioggia di Oscar.

Si consiglia la prenotazione a:
segreteria@trevisoricercaarte.org / 0422.419990
Ingresso riservato ai Soci TRA ad offerta responsabile.

 

 

Susanna!

di Howard Hawks con Cary Grant e Katharine Hepburn (USA 1938, 102′)
7 aprile, ore 21.00
Per il ciclo ‘Che cos’è l’amor?’
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

Il paleontologo David Huxley, in procinto di sposarsi e sul punto di concludere la ricostruzione di uno scheletro di dinosauro, è alla ricerca di finanziamenti. Conosce Susanna, una testarda ma adorabile ereditiera e da quel momento per lui è un susseguirsi di guai. La ragazza infatti, anche se lui non lo capisce subito, decide di sposarlo… Uno dei capolavori della commedia americana e un classico della seduzione con tutti i meccanismi della risata!

Si consiglia la prenotazione a:
segreteria@trevisoricercaarte.org / 0422.419990
Ingresso riservato ai Soci TRA ad offerta responsabile.

 

 

Silent Love Stories

10 marzo, ore 21.00
Per il ciclo ‘Che cos’è l’amor?’
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

Tre mostri sacri del cinema comico alle prese con l’amore tra corteggiamenti bizzarri, primi problemi di convivenza e incredibili fraintendimenti. Charlie Chaplin, Buster Keaton e Charley Chase raccontano l’amore ai tempi del cinema muto in tre cortometraggi sonorizzati dal vivo dal pianista Roberto Durante.

Si consiglia la prenotazione a:
segreteria@trevisoricercaarte.org / 0422.419990
Ingresso riservato ai Soci TRA ad offerta responsabile.

 

Buster Keaton. Inventare una vita

13 gennaio, ore 21.00
Rassegna cinematografica in collaborazione con Cineforum Labirinto.

Conversazione tra cinema e musica in compagnia di Buster Keaton. Una serata dedicata ad una delle stelle più brillanti del cinema comico a partire dal libro ‘Buster Keaton. L’invenzione del gesto’ di Gianluca Solla. Un ricordo di Buster tra aneddoti, proiezioni e musica.

Si consiglia la prenotazione a:
segreteria@trevisoricercaarte.org / 0422.419990
Ingresso riservato ai Soci TRA o con offerta responsabile.